Come diventare Social Media Manager

come diventare social media manager

Il social media manager è uno di quei profili che negli ultimi anni ha guadagnato sempre più spazio nel mondo del lavoro. Per poter aspirare a questa professione non bisogna improvvisare o cercare guadagni facili senza essere preparati. Come un qualunque altro lavoro, necessita di studio e preparazione.

Si può pensare che il web sia un mondo accessibile a chiunque, dove ognuno può esprimersi sui social network. Non esistono impedimenti, barriere, e ognuno può diventare un esperto. Ma diventare sul serio un social media manager è qualcosa di molto diverso.

Cosa fa un Social Media Manager?

Prima di tutto è necessario comprendere con precisione quale lavoro svolge questa figura professionale. Il social media manager è il centro del social media marketing perché deve coordinare la strategia dell’attività su piattaforme come Instagram o Facebook. Un’azienda oggi vuole essere presente sui social, ma prima deve avere un piano strategico da seguire. Ed è qui che si inserisce questa figura: deve avere una visione ampia della strategia da adottare, con una competenza che riguardi tutte le attività.

Per poter aspirare a un ruolo così importante, l’esperienza conta molto. Fin da giovani è consigliabile fare pratica in agenzie che insegnino a dare una visione d’insieme al processo. È un lavoro che ha bisogno di pilastri sicuri su cui poggiare, ma al tempo stesso utilizza tecniche fluide. Perché la strategia vincente è quella che prende spunto da tentativi fatti, fallimenti, prove sul campo. In un’agenzia di una grande realtà è più facile acquisire queste abilità con il tempo. Competenze diverse che si riuniscono in un’unica figura con più professionalità.

La capacità principale sarà quella organizzativa, per mettere a frutto ogni singola conoscenza accumulata. Arricchire il patrimonio di esperienza, rubando i piccoli segreti di chi è più competente e può insegnare qualcosa. Questa è la fase in cui bisogna accettare ogni tipo di sfida, investendo sulla formazione sul campo, non disperando per i guadagni ancora troppo bassi. La fase della costruzione è fondamentale per accumulare conoscenza, soprattutto se si sceglie di seguire un corso di laurea in marketing. È un ottimo punto di partenza, ma poi è necessario andare oltre la mera padronanza teorica e cercare di progredire per crescere.

Come diventare SMM?

Le basi sono fondamentali per un progresso vincente nel marketing, ma diventare social media manager è anche una questione di lavoro da autodidatta. Perché non esiste una formula univoca per tutti, ognuno deve fare la propria strada cercando di migliorare e di puntare sempre più in alto. Partecipare a eventi di grande portata o festival può tornare molto utile, soprattutto se sono previste anche tavole rotonde. Per fare un percorso più approfondito, anche un corso di social media marketing o un master sono efficaci. L’aggiornamento continuo e costante è una condizione imprescindibile per affrontare il lavoro di social media manager, leggendo tanti testi con punti di vista differenti. Per specializzarsi in un settore più specifico invece, la soluzione migliore è rivolgersi a un professionista. Chiedere un appuntamento in cui approfondire un dato aspetto è una scelta costosa, ma alla lunga di qualità.

Leave a Comment